CNA Romagna Estero assicura assistenza tecnica e progettuale sui programmi e sui bandi pubblici per l’internazionalizzazione di carattere provinciale, regionale, nazionale e comunitario.

Contributi a fondo perduto per imprese non esportatrici o esportatrici non abituali e per la partecipazione a fiere all’estero.

Aprirà l’11 settembre la seconda chiamata del Bando della Regione Emilia-Romagna che favorisce l’accesso delle PMI sui mercati internazionali mediante finanziamenti a fondo perduto.

Il Bando supporta due distinti tipi di misure mediante finanziamenti a fondo perduto.

Tipo A – Imprese non esportatrici o esportatrici non abituali.
Progetti realizzati da piccole e medie imprese non esportatrici o esportatrici non abituali, finalizzati a realizzare un percorso strutturato su un massimo di due paesi esteri scelti dall’impresa.

Ogni intervento va sostenuto in riferimento ad un massimo di 2 Paesi target scelti preventivamente dall’impresa.

Il costo del progetto dovrà essere di minimo 50.000,00 Euro.
Il contributo regionale sarà concesso a fondo perduto nella misura massima del 40% delle spese ammissibili.

Spese ammissibili:

• Spese di consulenza esterna volte ad identificare e sviluppare un percorso di internazionalizzazione pluriennale; piano export; ricerca partner;
• Spese relative al “temporary export manager” (TEM) dedicato alla conduzione, coordinamento e gestione delle attività del progetto.
• Spese relative all’organizzazione di incontri d’affari e visite aziendali in Emilia-Romagna di potenziali partner commerciali e produttivi esteri.
• Spese per la partecipazione a fiere di livello internazionale o nazionale svolte nei paesi esteri scelti dall’impresa.
• Spese per la registrazione e la protezione del marchio nei mercati di destinazione individuati nel progetto.
• Spese per consulenze finalizzate all’ottenimento delle certificazioni per l’esportazione e alla protezione del marchio.
• Spese per la predisposizione o revisione del sito internet aziendale in lingua straniera e per la sua pubblicizzazione tramite internet.
• Spese per la produzione di materiali promozionali (in lingua inglese o nelle lingue dei mercati di destinazione individuati dal progetto).

Tipo B – Partecipazione a fiere internazionali.
Progetti realizzati da piccole e medie imprese, anche già esportatrici, per la partecipazione a un programma costituito da almeno 3 fiere internazionali in paesi esteri.

Il costo del progetto dovrà essere di minimo 20.000,00 Euro.
Il contributo regionale sarà concesso a fondo perduto nella misura massima del 30% delle spese ammissibili.

Spese ammissibili:
• Il costo dell’area espositiva, della progettazione dello stand e del suo allestimento, compresa la progettazione.
• Il trasporto dei materiali e dei prodotti, compresa l’assicurazione.
• Il costo di hostess e interpreti/traduttori.
• Spese di consulenza per la ricerca di partner commerciali o industriali, agenti, buyers e per l’organizzazione di incontri di affari da realizzare nel contesto fieristico.
• Spese per la registrazione e la protezione del marchio nei mercati di destinazione individuati nel progetto.
• Spese per consulenze finalizzate all’ottenimento delle certificazioni per l’esportazione nei mercati di destinazione individuati nel progetto.

Ogni impresa può presentare domanda solo per una delle due tipologie di progetto.

La data di inizio dei progetti e la data di inizio dell’ammissibilità delle spese coincidono con quella di presentazione della domanda.
Il mancato raggiungimento del 60% dell’investimento complessivo approvato dopo le opportune verifiche determinerà la revoca totale del contributo.

Per informazioni, predisposizione ed invio delle domande CONTATTACI

Puoi trovare il Bando QUI